Ristorante Crotto dei Platani
erede degli antichi crotti, ricco di fascino e tradizione

Il Crotto e la sua Storia


Il crotto è una cantina scavata nella roccia caratterizzata dal Sorèl, una corrente d'aria fredda che proviene in modo misterioso dalle viscere dei monti e che mantiene una temperatura costante di circa 8° C sia in inverno che in estate.

ambiente ideale per la maturazione del vino e per la stagionatura di salumi e formaggi, il crotto preserva al meglio la qualità degli alimenti.

In parte addossato alla roccia, in parte affacciato sul lago tra platani secolari, il Crotto dei Platani è un locale rustico ed elegante con atmosfere romantiche, dove lasciarsi tentare da una cucina legata alla tradizione lariana, con spazio per una ricerca creativa di abbinamenti e sapori.

Negli anni Trenta questo locale a metà strada tra Brienno ed Argegno, ai piedi del Monte Gringo, era il piccolo quartier generale dei più sfuggenti contrabbandieri della zona, che si mescolavano a boscaioli e gente locale per sfuggire ai controlli.

È il 1977 quando Fernando e Renata Cavadini rilevano questa proprietà e iniziano un percorso di trasformazione e crescita dell'attività di ristoro, rendendola un punto di riferimento per gli appassionati della buona cucina.

Da vent’anni il figlio Francesco porta avanti questa tradizione con crescente successo, accogliendo una clientela variegata e proveniente da tutto il mondo.